Articoli e news

16/09/2013 10:21

Revisori legali e il nuovo registro

Sole 24 Ore e Italia Oggi hanno dedicato alcuni articoli di approfondimento agli adempimenti in scadenza il 23 settembre a carico dei revisori legali che vogliono iscriversi nel nuovo registro, anche alla luce dei chiarimenti pubblicati sul sito del Mef.

Leggi tutto...

16/09/2013 10:20

Enti pubblici tenuti alla contabilità civilistica

Enti pubblici tenuti alla contabilità civilistica, a seguito del chiarimento fornito in data 10 settembre dalla Ragioneria generale dello stato con la circolale n° 35 ...

Leggi tutto...

05/09/2013 12:17

Perdite su crediti concorsuali e periodo di deducibilità

L’art. 101, co. 5, secondo periodo, del D.P.R. n. 917/1986 riconosce la rilevanza fiscale delle perdite su crediti a partire dalla data di apertura della procedura concorsuale, senza, tuttavia, considerare i diversi momenti successivi – sino alla chiusura del relativo iter – in cui è possibile individuare, con ragionevole oggettività, la parte di credito effettivamente non più recuperabile.

Leggi tutto...

05/09/2013 12:14

Lease back, civilistica e principi contabili

L’operazione di “sale and lease back” rappresenta un contratto atipico con il quale un determinato soggetto cede, a fronte di un corrispettivo, un proprio bene ad una società di leasing, la quale concede il medesimo cespite, in locazione finanziaria, allo stesso venditore. Quest’ultimo, al termine del contratto di locazione, e previo esercizio del diritto di riscatto, potrà rientrare nella piena disponibilità del bene. In altri termini, l’operazione in parola – che rappresenta una particolare forma di finanziamento – permette al soggetto proprietario di un bene di ottenere della liquidità immediata, senza che ciò precluda allo stesso di beneficiare della disponibilità del bene ceduto, potendo, invece, continuare ad utilizzarlo, nello svolgimento della propria attività di impresa. Dalla vendita del bene alla società di leasing potrebbe emergere una plusvalenza, il cui trattamento contabile è definito dall’art. 2425-bis c.c., secondo cui ”le plusvalenze derivanti da operazioni di compravendita con locazione finanziaria al venditore sono ripartite in funzione della durata del contratto di locazione”.

Leggi tutto...

18/06/2013 09:29

Professionisti e indagini finanziarie con ordinanza 27/29/2013

Il Sole 24 Ore dedica un articolo ai controlli sui professionisti, in particolare quelli legati alla presunzione a favore del Fisco che trasforma i prelievi bancari senza indicazione del beneficiario in compensi non dichiarati.

Leggi tutto...

18/06/2013 09:28

Registro revisori innativi

ItaliaOggi informa che è online sul portale della revisione legale del Mef il modello RL-99 da utilizzare per l’iscrizione nella sezione ‘inattivi’ del registro dei revisori legali.

Leggi tutto...

Fisco e Conti > Revisione legale dei conti e fogli di lavoro > Sottoscrizione della dichiarazione IVA

ESEMPIO DI PROPOSTA PER SERVIZI PROFESSIONALI- LISTA DI CONTROLLO DELLE VERIFICHE- LETTERA DI ATTESTAZIONE

ESEMPIO DI PROPOSTA PER SERVIZI PROFESSIONALI
Spett.le[Società
• ][Data]
Egregi Signori, l’articolo 10 del decreto-legge n. 78 del 1 luglio 2009, convertito con modificazioni dalla legge n. 102 del 3 agosto 2009, stabilisce che i contribuenti che intendono utilizzare in compensazione crediti relativi all'imposta sul valore aggiunto per importi superiori a 15.000 euro annui, hanno l'obbligo di richiedere l'apposizione del visto di conformità di cui all'articolo 35, comma 1, lettera a) del decreto legislativo 9 luglio 1997, n. 241, relativamente alle dichiarazioni dalle quali emerge il credito, o che, in alternativa, la dichiarazione IVA (“Dichiarazione IVA”) sia sottoscritta anche dai soggetti che esercitano il controllo contabile di cui all’art. 2409-bis del Codice Civile.
Facendo seguito alla Vostra gradita richiesta siamo lieti di sottoporVi la nostra proposta per la sottoscrizione della Dichiarazione IVA. Ai fini della sottoscrizione, tenuto conto dei chiarimenti forniti dall’Agenzia delle Entrate con la Circolare N. 57/E del 23 dicembre 2009 in merito alle disposizioni stabilite dalla citata normativa di riferimento, svolgeremo le procedure di verifica, indicate, a titolo illustrativo, nell’allegato
sub a) alla presente, e richiederemo il rilascio da parte Vostra di una lettera di attestazione nel testo conforme all’allegato
sub b) alla presente proposta.In relazione alla natura dell’incarico non verrà da noi emessa alcuna relazione. L’incarico sarà concluso con la sottoscrizione della Dichiarazione IVA 2010.
Gli onorari da noi stimati in considerazione del richiesto intervento in ordine alla sottoscrizione della Dichiarazione IVA ammontano a Euro [•]. A detti onorari verranno aggiunti i rimborsi per le spese sostenute per lo svolgimento del lavoro, quali le spese per la permanenza fuori sede ed i trasferimenti, nella stessa misura in cui sono sostenute, le spese accessorie relative alla tecnologia (banche dati, software, ecc.), ai servizi di segreteria e comunicazione nella misura forfetaria del …% degli onorari, nonché l’I.V.A.
Il preventivo per i nostri onorari è stato formulato sulla base della stima dell’impegno previsto per lo svolgimento dell’incarico delle varie categorie di personale professionale coinvolto e delle rispettive tariffe. [Qualora nel corso del lavoro si verificassero circostanze particolari che richiedano approfondimenti o ulteriori procedure di verifica rispetto a quelle previste, sarete tempestivamente informati, al fine di concertare, se del caso, la variazione dei tempi stessi e di conseguenza dei corrispettivi].7In ogni caso, resta inteso che in nessun modo detta sottoscrizione rappresenta l’espressione di un giudizio di merito circa la correttezza sostanziale e completezza della Dichiarazione IVA. Dette valutazioni rimangono viceversa di Vostra esclusiva competenza e responsabilità.
[Altre condizioni (ad esempio: Normativa Privacy, Limitazione di responsabilità e Manleva, Legge Applicabile e Foro Competente, ecc.) - Inserire ulteriori condizioni contrattuali in essere presso ogni associata]Vogliate, se d’accordo, ritornarci la presente lettera controfirmata per accettazione.
Cordiali saluti,
[Società di revisione] S.p.A.
Socio
Per accettazioneSocietà cliente____________________________________ Data: ______________________Ai sensi e per gli effetti di cui all’art. 1341 cod. civ. l’accettante specificamente approva per iscritto la/e Clausola/e ..… di cui sopra.
All. sub a)
All. sub b)8Allegato B
LISTA DI CONTROLLO DELLE VERIFICHE
1. Verifica della regolare tenuta e conservazione delle scritture contabili obbligatorie ai fini dell’imposta sul valore aggiunto:• accertamento con riferimento ai registri IVA, della tempestività nell’aggiornamento e della regolare numerazione (art. 2215 C.C.);
• accertamento della regolare tenuta dei suddetti registri anche mediante la verifica di un numero limitato di operazioni;• verifica che la Società tenga i suddetti registri IVA secondo le norme di un’ordinata contabilità, senza spazi in bianco, senza interlinee e senza trasporti in margine (art. 2219 C.C.).
2. Interviste con il responsabile amministrativo della Società ed eventualmente con il responsabile dell’ufficio fiscale, al fine della comprensione dell’origine del credito risultante nella Dichiarazione IVA e, qualora ritenuto necessario nelle circostanze, eventuale acquisizione di riscontri documentali. Nell’ambito di tale analisi svolgimento di indagini sulla sussistenza delle fattispecie di seguito indicate:
• presenza prevalente di operazioni attive soggette ad aliquote più basse rispetto a quelle gravanti sugli acquisti e sulle importazioni;
• presenza di operazioni non imponibili;• presenza di operazioni di acquisto o importazione di beni ammortizzabili;
• presenza di operazioni non soggette all’imposta;
• operazioni non imponibili effettuate da produttori agricoli.
3. Verifica della documentazione rilevante ai fini IVA relativa alle eventuali operazioni di acquisto rilevanti ai fini IVA che presentino individualmente un’imposta superiore al 10% dell’ammontare complessivo dell’IVA detratta riferita al periodo di imposta. Conservazione nelle carte di lavoro della relativa documentazione.
4. [Qualora il credito IVA risulti superiore all’importo del fatturato, verifica integrale della corrispondenza della documentazione di supporto ai dati esposti nelle scritture contabili afferenti il credito IVA].
5. Verifica della correttezza formale e della coerenza interna della Dichiarazione IVA. Nell’ambito di tale esame, verifica della correttezza formale dei calcoli utilizzati per la determinazione dell’IVA ammessa in detrazione, in presenza di regimi o metodi particolari (per esempio: pro-rata).
6. Riscontro dei dati esposti nella Dichiarazione IVA con le scritture contabili ed i registri IVA e verifica della correttezza aritmetica dei conteggi riflessi nella Dichiarazione IVA per la determinazione del credito IVA. Verifica del corretto riporto nella Dichiarazione IVA del Credito IVA 2008 residuo
7. Verifica della corrispondenza (aderenza) del/i codice/i di attività economica indicato/i nella Dichiarazione IVA rispetto all’attività svolta dalla Società, anche attraverso riscontro con evidenze documentali (fatture attive e fatture passive).
8. Ottenimento di specifica lettera di attestazione.
[Su carta intestata della società cliente]
Esempio di lettera di attestazione Dichiarazione IVA
Spett.le[Società di revisione]
[•][•]
[Luogo],
[data]
Oggetto: Sottoscrizione della Dichiarazione IVA
Con riferimento alla Vostra sottoscrizione della dichiarazione IVA 2010 (“Dichiarazione IVA”) in qualità di soggetto incaricato del controllo contabile, Vi confermiamo quanto segue:
• è nostra la responsabilità della redazione della Dichiarazione IVA in conformità alle vigenti disposizioni tributarie;
• i dati inclusi nell’allegata Dichiarazione IVA sono conformi alle scritture contabili rilevanti ai fini civilistici e tributari. Tali scritture contabili sono tenute dalla nostra società in maniera completa, accurata e veritiera;
• non sono stati notificati né sono pendenti procedimenti promossi da parte di organismi di controllo pubblico (Guardia di Finanza, Uffici imposte ed altre Autorità) aventi ad oggetto l’inosservanza in capo alla Nostra società delle vigenti disposizioni tributarie con riferimento all’esercizio sociale oggetto delle dichiarazioni da Voi sottoscritte (ovvero, con riferimento all’esercizio sociale oggetto delle dichiarazioni da Voi sottoscritte, sono attualmente pendenti i seguenti procedimenti . ……..);
• le procedure di verifica da Voi eseguite, data la loro natura ed estensione, e conseguentemente la relativa sottoscrizione della Dichiarazione IVA, non rappresentano l’espressione di un giudizio di merito circa la correttezza sostanziale e la completezza della Dichiarazione IVA.
Dette valutazioni rimangono viceversa di Nostra esclusiva competenza e responsabilità.Inoltre, Vi confermiamo che alla data odierna non siamo a conoscenza di atti, fatti o altre circostanze che rendano necessarie o anche solo opportune rettifiche da apportare alla dichiarazione sopraindicata.
Cordiali saluti.
Il Legale Rappresentante